{rokbox title=|Gian Luca Brizi -- Cielammare|}images/stories/recensioni/cielammare_n.jpg{/rokbox} {rokbox title=|Gian Luca Brizi -- Cielammare|}images/stories/recensioni/cielammare_back_low.jpg{/rokbox}

Recensioni. Qualcuno si domanderà perchè in un sito che dovrebbe contenere fotografie a iosa e che dovrebbe attirare i turisti sulle spiagge, in realtà si inseriscono recensioni letterarie, articoli sui libri e pubblicazioni che poi in realtà non interessano e non attirano i visitatori. Per dire la verità avevamo già la sensazione che questo fosse un contenuto da omettere ma poi ci siamo resi conto che i siti che riguardano l' Isola del Giglio sono molti e contengono tutti le fotografie delle spiagge e delle calette! Ma non contengono le recensioni dei libri che parlano di mare!

Acqua cristallina, scogliere dolci dalle forme fantastiche, colline dalla vegetazione varia che ricorda sontuosi giardini eccetera eccetera. I gestori dei siti internet si affannano sempre di più alla ricerca di una certa originalità, di fotografie inedite, di immagini originali sull' isola e sugli isolani. Quindi quale immagine migliore, quale fotografia più brillante se non quella che scaturisce dalla lettura di un romanzo il cui protagonista è proprio il mare? Quando sarete sdraiati sugli scogli, o sotto l'ombrellone ( affittato a caro prezzo! ), cosa potrà donarvi quella totale immersione nella realtà marittima se non un libro? Quale fascinoso argomento di lettura è migliore di quello che riguarda il mare? Volete leggere le ultime dichiarazioni del governo? Volete sondare ed approfondire le problematiche del medio oriente? Al mare? Ma fateci il piacere!

Noi crediamo che quando è gradito un soggiorno nasca spontaneo un certo interesse per la storia del luogo dove si è in ferie. Per questo abbiamo cercato, e cerchiamo di suggerire alcune letture che possano aiutare a comprendere il vivere isolano, il vivere circondati dal mare. Così vi abbiamo parlato di libri e trattati di storia in cui ci fosse quell' aria di “Giglio”, quel vento marino e quegli elementi del parlare e ragionare “isolano”.

Adesso eccoci alla recensione.

“Cielammare” è un romanzo che nasce dalla penna di Gian Luca Brizi, isolano del Giglio, dopo alcuni anni di ricerche. Le frasi raccontate dagli anziani, gli aneddoti, i proverbi e soprattutto le storie avventurose che aveva ascoltato sin da bambino hanno magicamente ispirato il romanzo. Non si cita l'isola, non si cita il periodo. Certo è che c'è molto “Giglio” in questa storia. Essa è inquadrata chiaramente prima, durante e dopo la grande guerra, quella che ha mietuto più vittime, la prima. Tutti i villaggi, tutti i paesini e tutte le città hanno avuto dei dispersi e dei caduti nella prima guerra mondiale. Ma il vero protagonista è il mare in quanto è sempre presente ed è sempre presente l'isola in ogni pagina del romanzo. Leggere “Cielammare” all' Isola del Giglio sicuramente porterà il lettore indietro nel tempo facendogli vivere tutte le emozioni che si provavano a partire ed a ritornare dopo una guerra. Il lettore potrà rivivere la navigazione su barche a vela di legno, potrà rivivere la balneazione degli anni venti, ed il fascino di un amore perso e ritrovato sul mare e grazie al mare .

Le copertine sono state elaborate attorno a due dipinti di Caponi il cui contenuto rispecchia fedelissimamente la magia del romanzo. “Cielammare” ed il proseguo “Il Drappo Rosso”, sono quindi due libri da leggere all' Isola del Giglio, magari standosene seduti sugli scogli. Inoltre, quando sarete a passeggio per le vie del Castello, vi ritorneranno in mente le frasi del libro che riguardano un paese mite e felice che si avvia alla prima guerra mondiale.