Fotografia HDR - High Dynamic Range - Che cos'è.

Fotografia HDR - Che cos'è. Spiegazione e brevi Tutorial.

{rokbox album=|HDR| title=|Cavalli HDR|}images/stories/hdr/cavalli_hdr.jpg{/rokbox} {rokbox album=|HDR| title=|Pineta HDR|}images/stories/hdr/pineta_hdr.jpg{/rokbox} {rokbox album=|HDR| title=|Pineta Magica|}images/stories/hdr/pineta_def.jpg{/rokbox}
{rokbox album=|HDR| title=|Pietro Danei|}images/stories/hdr/denti_hdr.jpg{/rokbox} {rokbox album=|HDR| title=|Angelo Stefanini|}images/stories/hdr/angelo_hdr.jpg{/rokbox} {rokbox album=|HDR| title=|Feritoie HDR|}images/stories/hdr/feritoie_hdr.jpg{/rokbox}
{rokbox album=|HDR| title=|Castello HDR|}images/stories/hdr/castello_hdr.jpg{/rokbox} {rokbox album=|HDR| title=|Il Paese HDR|}images/stories/hdr/castello2_hdr.jpg{/rokbox} {rokbox album=|HDR| title=|Il Magico Bosco|}images/stories/hdr/pineta_hdr1.jpg{/rokbox}



HDR sta per High Dynamic Range. Si può tradurre in "Alta Dinamica di Visibilità". Il concetto principale è che le macchine fotografiche, o meglio i sensori, non "vedono", come fa l' occhio umano, tutte le tonalità assieme. Da anni si è cercato di far passare attraverso gli obiettivi delle nostre macchine fotografiche tutta la luce possibile e tutta la bellezza dell'immagine che l'occhio umano potesse vedere. Mi ricordo che da ragazzo, quando ho iniziato a fare fotografia, mi impressionavano i tramonti della mia isola. Andavo sui crinali delle colline gigliesi, mi tagliavo gli stinchi con i rovi e poi quando sviluppavo le foto mi facevano schifo. Eppure avevo fatto le stagioni come cameriere per comperare obiettivi originali Minolta. Alla fine optai per la saturazione e l'elevata nitidezza delle diapositive da 64 asa. Cercavo la resa che il mio occhio coglieva. Mai ho visto in una stampa la stessa immagine che ricordavo aver osservato dal vivo. E all' Isola del Giglio i tramonti ci sono, specialmente d' inverno ma ci sono!!
Il mondo analogico non mi avrebbe mai potuto aiutare nella mia ricerca.

Il software usato (Easy-HDR)

easyhdr_logo

EASY HDR ... E LO SPETTACOLO DEL TONEMAPPING


Per la realizzazione di bellissime immagini in tecnologia HDR abbiamo usato un software professionale chiamato EasyHDR. Il programma è di semplice utilizzo. Ma la semplicità non è sinonimo di inefficienza. Il software è di semplice utilizzo, intuitivo, ma al contempo professionale quando si vorranno raggiungere livelli "esagerati di creatività". Infatti è importante il fatto che sia semplice fin dal suo primo utilizzo, ma poi è importante che riesca a soddisfarci quando le nostre esigenze crescono.
Vediamo i punti di forza di questo completissimo software:
  1. Intuitivo: mi sono trovato bene perchè nei primi pannelli si hanno le funzioni base;
  2. chiaro: è in Italiano, importante, ed ha i controlli dei settaggi con i balloon (vedremo di seguito) che spiegano a cosa serve la ghiera;
  3. veloce-1: attenzione, importantissimo vedremo perchè, permette l'elaborazione in risposta ai settaggi (anteprima) su aree limitate del fotogramma;
  4. veloce-2: salva il file HDR per una elaborazione manuale successiva!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!;
  5. allineamento intelligente: non sempre i software allineano bene i fotogrammi scattati con il cavalletto, figuriamoci quelli a mano;
  6. RAW -- RAW -- RAW: incorpora un potentissimo convertitore che da solo si ripaga la licenza.
Vediamo quindi di comprendere l'utilizzo di questo software con un semplice e veloce tutorial che segue in questo articolo.